Crea sito

La tentazione della visibilità: un male diffuso e dilagante

Dal sito internet della diocesi di Vicenza 

———————-preghiera

C’è un male oggi dilagante ed è la tentazione di agire solo in funzione della visibilità. È un male diffuso a tutti i livelli: nella vita sociale, in quella politica e anche, spesse volte, in quella ecclesiale. Si fanno le cose solo in funzione della visibilità che esse daranno alla mia persona, al mio partito, alla mia associazione, al mio assessorato, alla mia parrocchia… Non ci si chiede se saranno utili, ma se faranno parlare di noi.

La società dei media ha certo una sua responsabilità nell’amplificare questo fenomeno, ma non scarichiamo ad essa la responsabilità di una tendenza forse vecchia quanto l’uomo. La Bibbia dice “l’uomo guarda le apparenze, ma Dio guarda il cuore” e credo fosse Parise a paragonare la società vicentina ai palazzi del Palladio: meravigliose facciate con dietro poche stanze; colonne imponenti, ma di povero mattone intonacato. Il dramma oggi è però che questo modo di pensare e di agire rischia di togliere consistenza a quell’impegno sociale ed educativo che non può per sua natura essere ridotto alla realizzazione di eventi e alla proposta di progetti finanziati (e dunque portati avanti) solo per pochi mesi.

Chiunque si occupi seriamente di ragazzi e di giovani, di marginalità e di fasce socialmente deboli, ma anche di animazione culturale e di cura ambientale, sa bene come i risultati si ottengano solo con il tempo e la pazienza, con un presenza e un impegno quotidiano che non hanno magari nulla di straordinario, ma che soli possono portare frutti reali e capaci di restare. Solo questo “esserci”, fedele e disinteressato, potrà aiutare le giovani generazioni a crescere; i poveri a risollevarsi; la cultura a essere bene per tutti e non solo di poche annoiate élite; la fede a infiammare i cuori. Il resto sono solo fuochi di paglia, la cui memoria si consumerà velocemente come chi li accese.

Un GRAZIE vogliamo allora dirlo a tutti coloro che – senza tanti proclami , prediche, dichiarazioni d’intenti e conferenze stampa – oggi si spendono davvero nella Chiesa e nella società per un mondo migliore.