La Santa Sede rinuncia all’immunità giurisdizionale di cui gode il Nunzio apostolico in Francia

Sala stampa della Santa Sede

Italiano
Rispondendo alle domande dei giornalisti, il Direttore “ad interim” della Sala Stampa della Santa Sede, Alessandro Gisotti, ha affermato quanto segue:
Posso confermare che la Santa Sede rinuncia all’immunità giurisdizionale di cui gode il Nunzio apostolico in Francia, mons. Luigi Ventura, in virtù della Convenzione di Vienna del 18 aprile 1961 sulle relazioni diplomatiche, ai fini della procedura penale che lo riguarda.
Si tratta di un gesto straordinario che conferma la volontà del Nunzio, espressa fin dall’inizio della vicenda, di collaborare pienamente e spontaneamente con le autorità giudiziarie francesi, competenti per il caso. La Santa Sede ha atteso, per assumere questa decisione, la conclusione della fase preliminare del procedimento – comunicatale a fine giugno – a cui mons. Ventura ha liberamente partecipato. La decisione della Santa Sede è stata comunicata ufficialmente alle autorità francesi la settimana scorsa.

Precedente Iniziano così le 13 righe di fuoco con le quali Francesco si fa voce dei migranti Successivo Allarmanti i dati sulle uccisioni e sulle minacce ricevute dai leader sociali. In Colombia si colpisce chi vuole rendere migliore il Paese