La Santa Sede ratifica la Convenzione continentale dell’Unesco per il riconoscimento accademico nella regione africana


L’Osservatore Romano 

Lo scorso 15 novembre, in un atto celebrativo della 40° sessione della Conferenza generale dell’Unesco a Parigi, l’osservatore permanente monsignor Francesco Follo, capo della delegazione della Santa Sede alla suddetta sessione, ha depositato nelle mani della direttrice generale dell’Unesco, Audrey Azoulay, lo strumento di ratifica della Santa Sede della Convenzione continentale per il riconoscimento accademico nella regione africana dell’Unesco. Avendo superato il numero richiesto di dieci Stati aderenti, è stata annunciata nella stessa cerimonia, l’entrata in vigore della Convenzione.

Precedente Il Papa: “Immorale usare armi nucleari, non accada mai più nella storia” Successivo Africa, 52 milioni di persone rischiano di morire di fame a causa dei cambiamenti climatici

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.