Crea sito

La parola del Signore rimane in eterno: e questa è la parola del Vangelo che vi è stato annunciato. (1 Pt 1,25). In ricordo di don Fabrizio nel 2° Anniversario

La parola del Signore rimane in eterno: e questa è la parola del Vangelo che vi è stato annunciato. (1 Pt 1,25) dalla Liturgia del giorno

Don Fabrizio non avrebbe certamente voluto che si parlasse di lui, anziché lasciar parlare la Parola, quindi – per non dispiacerlo troppo – cercheremo di condividere ciò che lui, innamorato della Parola di Dio, ci ha testimoniato. Don Fabrizio ha posto la Parola di Dio al centro della sua vita e del suo ministero. La struttura delle sue omelie, dei suoi commenti e dei sussidi che preparava per l’animazione dei Gruppi di Vangelo nelle case era un programma di vita e il suo modo di insegnarci a nutrirci quotidianamente della Parola: Parola proclamata, studiata, meditata, pregata, vissuta … Pur senza particolari riferimenti alla attualità e alla quotidianità ci ha insegnato a compiere le scelte alla luce della Parola di Dio e a sottomettere ad essa tutta la nostra vita. Aveva – anche in virtù della sua sottomissione alla Parola – una grande capacità di accoglienza delle persone: all’apparenza era piuttosto schivo ed essenziale, ma ha sempre coltivato l’amicizia e la convivialità e, soprattutto, ha saputo esprimere il volto misericordioso della Chiesa, accettando senza giudicare le persone e le situazioni incontrate in chiesa e per le strade del quartiere. Attorno alla sua tavola c’era davvero posto per tutti e la cura che metteva nel cucinare era espressione di gratitudine e di attenzione all’altro. Amava la bellezza e l’ordine e nella cura per la chiesa e gli arredi liturgici esprimeva il rispetto per il sacro e l’intento di valorizzare il luogo e invitare alla preghiera. Amava il nostro Appennino, la montagna, il mare, le bellezze naturali, per le quali rendeva grazie, riconoscendovi la presenza del Creatore. Don Fabrizio era solito concludere le sue omelie invocando per ciascuno di noi la capacità di accogliere e vivere la Parola appena proclamata. Anche noi oggi vogliamo pregare come lui, affinché “illuminati dalla Parola e nutriti dall’Eucaristia” possiamo testimoniare ai fratelli la Carità e la Misericordia del Padre e portare abbondante frutto nella nostra vita. Siamo certi che anche Don Fabrizio oggi implori questo per la sua comunità e per tutti coloro a cui ha voluto bene.

Paola e Claudia

31.07. 2020 Secondo Anniversario della Nascita al Cielo di Don Fabrizio