Crea sito

La pace “punta in alto” con l’ACR!

 
Elena Oleari, presentatrice della manifestazione, brava e coinvolgente, è riuscita ad accogliere i gruppi dei ragazzi e ad entusiasmarli per farli entrare subito nello spirito della festa.
 
I ragazzi nel cammino di preparazione hanno approfondito il messaggio del Papa per la giornata della Pace “educare i giovani alla giustizia e alla pace”, cercando di approfondire i diritti che permettono loro di crescere in modo adeguato. Ogni gruppo è arrivato con un tom –tom speciale che permetterà loro di scegliere la strada giusta per crescere in modo sereno e adeguato: navigatori fuori commercio ma di grande efficacia, sono stati premiati i più originali che sono stati quelli delle parrocchie di Fatima e Bagnolo ed i più belli, quelli delle parrocchie di Campagnola e  S.Quirino che ha eseguito un’opera d’arte anche se per le sue dimensioni non sarà facilmente collocabile sul mercato!
 
Il cammino dell’ACR quest’anno ha come ambientazione il cammino in montagna, quindi sulle note dell’inno “Punta in alto” tutti i ragazzi hanno iniziato a prepararsi per i giochi, non possiamo tacere le performance di Eugenio Romani e Francesco Veroni che hanno drammatizzato i temi di solidarietà, impegno, amicizia che poi i ragazzi hanno vissuto nel gioco. Staffette, corse, gare, tanta musica, ma l’ultimo gioco è stato svolto in assoluto silenzio per cercare di cogliere la voce di un tom-tom per il quale serve essere buoni ascoltatori: la voce del Vangelo, i nostri attori hanno mimato alcuni episodi della vita di Gesù e i ragazzi sono stati preparatissimi nell’intuirne il linguaggio!
 
Non solo amicizia, ma anche attenzione alla giustizia come il Papa ci ha chiesto, per questo l’ACR nazionale ha invitato tutti gli acierrini a sostenere una campagna a favore di ragazze detenute della Bolivia nel carcere di “El Alto” e per questo i ragazzi dell’ACR hanno venduto ben 700 borracce il cui ricavato andrà in Bolivia!
 
Un bel filmato preparato dalla nostra Elisabetta Goccini ha illustrato ai ragazzi il valore dell’impegno scelto a favore di queste ragazze che hanno avuto meno possibilità di crescere e anche il valore e la bellezza della nostra associazione spiegata dal nostro Vescovo SIgalini tornato in forma dopo il terribile incidente.
 
La preghiera finale, guidata dal nostro assistente don Gabriele Valli, la classifica dei giochi con la vittoria della parrocchia di San Prospero e  l’immancabile foto di gruppo hanno concluso la festa, lasciando ai  ragazzi e agli educatori la gioia di aver vissuto una giornata nella bellezza del Vangelo. Un ringraziamento speciale ai ragazzi dell’ACG che sono sempre i nostri giudici di gara in queste feste, anche loro erano reduci da una bella serata di festa svolta a Sassuolo la sera precedente: tutti questi eventi ci fanno sentire lo spirito di famiglia che caratterizza l’Azione Cattolica, come don Gabriele ha sottolineato.
 
Il prossimo impegno acr  sarà il ritiro di Quaresima, la domenica 26 febbraio, per un’altra giornata che ci aiuta a diventare grandi insieme!
Vi aspettiamo tutti ragazzi!
 
Liliana Ragazzi & equipe ACR