La crisi. Mattarella: nuove consultazioni martedì, ma occorre decidere in fretta

Per il Presidente l’Italia non può attendere: o c’è una maggioranza parlamentare chiara o si va al voto.
Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella (Ansa)

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella (Ansa)

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, è stato chiaro: il Paese non può aspettare, occorrono tempi brevi, o c’è un accordo chiaro parlamentare oppure si torna alle urne. Lo ha affermato alle 20, al termine della seconda giornata di consultazioni con i partiti al Quirinale.

E poiché da parte delle forze politiche ascoltate è stato fatto presente che è in atto un confronto che potrebbe portare a un’intesa supportata da una maggioranza parlamentare, Mattarella ha deciso di dare alcuni giorni di tempo ai partiti. Appuntamento quindi a martedì prossimo, 27 agosto, per un secondo giro di consultazioni.

Precedente Retroscena. Le partite parallele dei tre leader. Sfida a scacchi per un governo Successivo Il Sud non può rassegnarsi alla «fuga» dei suoi giovani