Crea sito

La cantata della misericordia

La cantata della misericordia
di Chiara Bertoglio | 16 febbraio 2016 – in vinonuovo.it
Contralto e flauti: così Bach traduce in musica il gesto del «versare» qualcosa di noi per aprire davvero il nostro cuore all’altro

Johann Sebastian Bach: Nur durch Lieb und durch Erbarmen, dalla Cantata BWV 164

In questo anno giubilare della misericordia, abbiamo scelto di accompagnare il cammino della Quaresima con brani musicali dedicati a questo tema fondamentale per la vita cristiana e col quale anche il nostro itinerario penitenziale è invitato a confrontarsi. I primi due brani che proporremo sono tratti da una cantata di Bach dedicata proprio alla misericordia, la Cantata BWV 164. L’aria che condividiamo oggi è cantata dal timbro dolce del contralto, accompagnata dai flauti: una scelta analoga a quella operata dallo stesso Bach nel porre in musica l’episodio della donna che versa profumo e balsamo per Gesù, narrato in apertura della Passione secondo Matteo. Anche qui, in effetti, si evoca il “versare” qualcosa per compassione e misericordia: l’olio e il vino che il samaritano effonde sulle ferite dell’uomo incappato nei briganti. Il testo dell’aria ci invita infatti a considerare che solo la misericordia e la compassione ci rendono veramente “simili” a Dio, e ci invita ad avere cuori da samaritani, pronti a “patire-con” i nostri fratelli meno fortunati.

Clicca qui per vedere il video