Crea sito

La buona stampa, sempre attuale

Abbiamo ricevuto un documento originale del 1875, che testimonia la forza di un apostolato che ha fatto la storia del cattolicesimo. Ve lo alleghiamo in versione integrale.

02/07/2010

«Antichi e fedeli lettori di Famiglia Cristiana, sostenitori della Periodici San Paolo nella diffusione della stampa missionaria, siamo onorati di trasmettervi un documento originale e autentico, datato novembre 1875». Così ci hanno scritto dal Gruppo amici missioni di Castellanza (Va), allegando un interessantissimo documento che riproduciamo.

    Si tratta di otto paginette su carta ingiallita dal tempo, ma testimoni di un fenomeno che ha fatto la storia del cattolicesimo in Italia, quello dell’apostolato della buona stampa, diffusosi nell’Ottocento e che ha visto fiorire decine di testate diocesane, ma anche un impegno straordinario dei cattolici nel sostenerle, in un momento di grande crisi per la presenza dei cattolici nella vita civile del Paese appena approdato all’unità.

    «Considerando gli immensi danni che arreca alla società la cattiva stampa, massime periodica, danni tante volte deplorati dal S. Padre e dall’episcopato; considerando il dovere che hanno i cattolici di astenersi dai cattivi libri e giornali e di cooperare ai buoni… i socii fondatori, riuniti in generale adunanza, il giorno 18 novembre 1875, si costituiscono in Comitato italiano per l’incoraggiamento e la diffusione della buona stampa».

    Così scrivono i fondatori, che vantano l’adesione di «4 cardinali, 8 arcivescovi, 20 vescovi e 92 associazioni», distribuite da Avigliana di Susa a Catania, da Cividale del Friuli a Lecce. E si impegnano: «Ormai la diffusione della stampa cattolica deve considerarsi come un apostolato; ed il più importante dopo l’apostolato della preghiera, perché il pregare non deve essere scompagnato dall’operare…

    La propaganda della stampa cattolica deve ritenersi come una opera la quale tiene stretto collegamento con quella della propaganda della fede». Ce n’è di che riflettere per tutti i cattolici di oggi, alle prese non solo con la stampa, ma con altri e più potenti strumenti di comunicazione. Un grazie al signor Ferruccio Gandolini (tel. 0331/50.36.23) e all’intero Gruppo amici missioni di Castellanza (via Marconi 39) per averci ricordato questo apostolato.

Famigliacristiana.it