Crea sito

India: muore un sacerdote dopo aver salvato tre giovani dall'annegamento

GOA, venerdì, 14 maggio 2010 (ZENIT.org).- Un sacerdote è morto domenica dopo aver salvato tre giovani dall’annegamento sulla spiaggia di Galgibaga, in India, dove un gruppo della sua parrocchia stava celebrando una giornata di convivenza, ha informato l’agenzia Cathnewsindia. Padre Thomas Remedios Fernandes, di 37 anni, vicario della parrocchia di Gesù, Maria e Giuseppe del villaggio di Nuvem, non ha esitato a gettarsi in acqua per soccorrere tre giovani che gridavano chiedendo aiuto perché erano in difficoltà a causa del mare mosso. E’ riuscito a salvare i tre giovani, due ragazze e un ragazzo tra i 17 e i 19 anni, ma quando stava portando in salvo il terzo ha avuto un attacco cardiaco fatale. La tragedia è accaduta nel pomeriggio e ha commosso le oltre 70 persone che avevano partecipato all’escursione sulla spiaggia, situata a 28 chilometri a sud della capitale dello Stato indiano del Panaji. Il sacerdote è stato soccorso e portato in ospedale, dove i medici ne hanno constatato il decesso. I tre giovani salvati sono stati dimessi dopo aver ricevuto i primi soccorsi. Nella comunità cattolica di Goa la perdita del sacerdote viene vissuta con dolore, ma anche con speranza e ammirazione. “E’ un pastore che ha dato la vita per le sue pecore”, si dice. “In questo Anno Sacerdotale è un esempio e una testimonianza per tutti i sacerdoti”.