Il volto di Cristo al centro della terza edizione della “Settimana della Bellezza”

VSMANOPPELLO.jpg

da Vatican News

E’ il grido di Davide nel Salmo 26, “il tuo volto io cerco”, a segnare il tema della terza edizione della “Settimana della Bellezza”. Da oggi, venerdì 19 ottobre, al 28, si alterneranno testimonianze, momenti di riflessione e rappresentazioni artistiche per aiutare la riflessione sul valore del proprio volto, di quello di Dio e degli altri. In questa prospettiva, “Il tuo volto io cerco”, diventa una preghiera a Dio e un invito all’uomo di oggi così spesso spersonalizzato.

“ L’invito che più volte il Papa ha rivolto ai cristiani: quello di inforcare lenti nuove con cui guardare all’altro che ci sta di fronte, per assumere uno sguardo più accogliente e meno sospettoso ”

Il volto e l’invito del Papa

Il volto è il tema sul quale il vescovo di Grosseto, Rodolfo Cetoloni, ha chiesto all’intera Diocesi di riflettere durante questo anno pastorale.
“Il desiderio di fondo – ha infatti commentato – è di assumere l’invito che più volte il Papa ha rivolto ai cristiani: quello di inforcare lenti nuove con cui guardare all’altro che ci sta di fronte, per assumere uno sguardo più accogliente e meno sospettoso o impaurito, più aperto allo stupore della novità che l’altro porta con sé sempre. A partire dalla contemplazione del volto per eccellenza: quello di Dio. E’ un tema che può coinvolgere tutti, dai bambini agli adulti, da chi è credente a chi è lontano da un personale cammino di fede”.

Un evento di fede e cultura

Arrivata alla sua terza edizione, anche quest’anno proposta e realizzata con il coinvolgimento di numerosi uffici della Diocesi di Grosseto, “La Settimana della Bellezza” è costruita su di un intreccio di eventi culturali e religiosi dal respiro universale, in grado di raggiungere credenti e non e di suscitare il desiderio di ricerca e di informazone di cui in questo periodo storico si ha tanto bisogno. Un risultato a cui hanno contribuito le diverse realtà coinvolte.

Un lavoro di equipe

Alla realizzazione dell’evento, hanno collaborato il quotidiano “Avvenire” con il suo mensile di arte e cultura “Luoghi dell’Infinito”, la Fondazione Crocevia e, da quest’anno, anche la Fondazione Polo Universitario Grossetano, il Comune di Grosseto, la Fondazione Grosseto Cultura con Clarisse Arte e il Museo archeologico e d’arte sacra della Maremma.

Il card. Tagle

Guardando al lungo elenco di ospiti che parteciperanno, si può dire che “La Settimana della Bellezza” rappresenti un crocevia di esperienze, vite e desideri. Ospite d’onore, il card. Luis Antonio Tagle, arcivescovo di Manila e presidente di Caritas Internationalis, che raggiungerà Grosseto durante una pausa dei lavori del Sinodo dei giovani. Lunedì 22 terrà nella Cattedrale una lectio magistralis sul tema della “Settimana” mentre, il giorno successivo, parteciperà all’incontro con i giovani: “Cronache e mappe dal profondo. Quando la parola si fa volto”. Con lui, anche il direttore di Avvenire, Marco Taqruinio e il poeta Davide Rondoni.

I 50 anni di Avvenire

La Settimana della Bellezza, sarà anche l’occasione per celebrare i 50 anni del quotidiana della Cei. Martedì 23 ottobre, la tavola rotonda “Avvenire, 50 anni di storia, di volti e di Chiesa” con il direttore Marco Tarquinio e il giornalista Umberto Folena.

Be Sociable, Share!
Precedente Giornata Missionaria Mondiale: tutti protagonisti dell'evangelizzazione Successivo Un filtro colorato aiuta bimbi con dislessia a leggere Riduce il tempo necessario a comprendere il testo

Lascia un commento