Il Papa: lasciar cadere dalle mani le pietre di condanna e denigrazione

Vatican Insider

(Salvatore Cernuzio) Nell’Angelus Francesco ricorda la vicenda della donna adultera perdonata da Gesù: non restiamo chiusi nelle «strettoie del legalismo». «Lasciar cadere dalle nostre mani le pietre della denigrazione e della condanna, del chiacchiericcio, che a volte vorremmo scagliare contro gli altri». Dalla finestra del Palazzo Apostolico per l’Angelus di questa quinta domenica di Quaresima, Francesco ricorda la vicenda evangelica della donna adultera e la «malvagità» di scribi e farisei che volevano lapidarla

Precedente Clemente Riva e il «Vangelo della semplicità» Successivo Yemen Un conflitto senza alcuna pietà