Il mito. Addio Maggiolino, Volkswagen non lo farà più

Addio Maggiolino, Volkswagen non lo farà più

Volkswagen avrebbe in programma di cessare la produzione del Nuovo Maggiolino, attualmente fabbricato nell’impianto di Puebla in Messico, per dedicare risorse e impianti al nuovo ID Buzz, cioè il minibus elettrico egualmente ispirato al passato (il Type 2 Transporter) che dal 2021-22 andrà ad arricchire la gamma dei modelli elettrici del marchio tedesco. Lo ha detto, a margine del Salone di Ginevra, Frank Welsch membro del board di Volkswagen con responsabilità per ricerca e sviluppo.

Il modernissimo ID Buzz elettrico in arrivo nel 2021

Il modernissimo ID Buzz elettrico in arrivo nel 2021

Secondo quanto riporta il magazine britannico Autocar, Welsch ha affermato, riferendosi ai modelli del Maggiolino presentati nel 1997 e nel 2011 che «due o tre generazioni sono sufficienti» ed ha anche aggiunto che questo modello «era stato fatto pensando al passato ma che non è più possibile fare un… Nuovo Nuovo Nuovo Maggiolino”. Ironia a parte è evidente, da un punto di vista strettamente commerciale, che negli anni è cessato il ruolo che il glorioso Beetle ha avuto non solo nella motorizzazione del Messico ma anche nell’ambito delle repliche dei modelli storici, una destinazione che – secondo Autocar – sarà appannaggio proprio del Type 2 che rivivrà nell’ID Buzz.

L'ultima generazione del Maggiolino, qui in versione cabrio

L’ultima generazione del Maggiolino, qui in versione cabrio

La Volkswagen Type 1, meglio conosciuta in Italia come Maggiolino se in versione Type 1/113 M15, o Maggiolone se in versione Type 1/1302 e 1303 (e chiamata Käfer in tedesco, Coccinelle in Francia, Escarabajo in Spagna, Beetle o Bug in Gran Bretagna e negli Stati Uniti, Fusca in Brasile e Vocho in Messico), è stata una mitica automobile compatta prodotta dalla Volkswagen dal 1938 al 2003. Il Maggiolino è sicuramente tutt’ora l’automobile tedesca più conosciuta al mondo, simbolo della rinascita industriale tedesca nel secondo dopoguerra, nonché il primo modello Volkswagen in assoluto. Detiene attualmente il record di auto più longeva del mondo, essendo stata prodotta ininterrottamente per sessantacinque anni. Inoltre, ha detenuto a lungo il primato di auto più venduta al mondo, con 21.529.464 esemplari, e attualmente è la quarta auto al mondo per numero di esemplari prodotti, dopo Toyota Corolla, Ford F-150 e Volkswagen Golf.

da Avvenire

Be Sociable, Share!
Precedente Salone di Ginevra. Auto da 20 milioni, l'esclusività diventa un affare Successivo Cinque anni con Francesco, in cammino tra le sorprese dello Spirito