Giornata per i bambini vittime di violenza. L’appello di Meter: «Basta col silenzio»

«La ringraziamo per il lavoro che svolge in questa missione globale, che rappresenta una fonte di riconciliazione e grazia per così tante persone»: così la Pontificia Commissione per la Tutela dei Minori, voluta da Papa Francesco, ha scritto a don Fortunato Di Noto, fondatore e presidente dell’associazione Meter onlus, in occasione della XXIII Giornata bambini vittime della violenza, che si celebra domenica 5 maggio ed è incentrata sul tema “TutelAmi sempre”. Si tratta della prima manifestazione contro la pedofilia in Italia e all’estero, motivo di soddisfazione dunque per l’associazione Meter che l’ha ideata e celebrata fin dal 1995. Nella lettera, la Commissione sottolinea ancora come «la nostra Chiesa stia vivendo intimamente le ferite sofferte da così tante persone» e «si sta operando con indefessa determinazione e sapiente pazienza per accoglierle e sanarle nell’amore». E quindi «assicuriamo la nostra preghiera a tutti i testimoni che hanno condiviso il loro coraggio, ai suoi collaboratori e a lei personalmente, mentre costituite questa parte importante di un cammino insieme». Don Di Noto, prete di Avola che da trent’anni combatte la pedofilia, ha accolto la lettera con «umile orgoglio». E ribadito come «siamo sempre pronti a dare il nostro contributo alla Chiesa universale per il bene di tutti i piccoli che soffrono, con la nostra esperienza e il bagaglio acquisito in questo tempo». avvenire
Precedente Il film. «Solo cose belle»: le mille vie dell'accoglienza, attraverso una casa famiglia Successivo La svolta. Spose bambine, il Pakistan si muove: nozze solo dopo i 18 anni