Crea sito

Fotografata la culla dei pianeti… Ecco com’è nato il sistema solare

“Un’immagine rivoluzionaria”. Così l’hanno definita, senza false modestie, gli astronomi dell’Eso, European Southern Observatory, che sono riusciti a catturarla. È la fotografia di una giovane stella che rivela i segreti della nascita dei pianeti. In pratica è stata catturata la “scena” che “rivoluziona” le teorie fino ad oggi proposte sulla loro formazione.

Quello che più colpisce dell’immagine realizzata dall’osservatorio cileno dell’Alma (Atacama Large Millimeter/submillimeter Array) sono i dettagli che mai in passato erano stati ripresi con tanta accuratezza di una culla di pianeti. Il disco di polveri nel quale un sistema planetario si sta formando intorno ad una stella giovanissima è stato finalmente immortalato come mai eras stato fatto prima.
eso3n600x600.jpg
“Per le prime osservazioni di ALMA nella sua nuova e più potente modalità – si legge sul sito dell’Eso – i ricercatori hanno puntato le antenne verso HL Tauri – una giovane stella a circa 450 anni luce da noi, circondata da un disco di polvere. L’immagine risultante supera tutte le aspettative e svela dettagli inaspettatamente minuti nel disco di materia rimasto dopo la nascita della stella: questo mostra una serie di brillanti anelli concentrici separati da discontinuità”.

“Queste caratterische – commenta Stuartt Corder, Vice-Direttore di ALMA -, risultano quasi sicuramente dalla presenza di giovani corpi planetari che si stanno formando nel disco. Ciò è sorprendente perchè non ci si aspettava che queste stelle giovani avessero un grande numero di corpi planetari in grado di produrre le strutture che vediamo in questa immagine”

“Quando abbiamo visto per la prima volta questa fotografia siamo rimasti sconcertati dal livello eccezionale del dettaglio. HL Tauri non ha più di un milione d’anni, eppure il disco appare pieno di pianeti in formazione. Questa immagine da sola rivoluzionerà le teorie di formazione dei pianeti – aggiunge Catherine Vlahakis, Vice responsabile scientifico del progetto di ALMA -. Il disco di HL Tauri è molto più sviluppato di quello che ci si aspetta data l’età del sistema. Così, l’immagine di ALMA suggerisce che il processo di formazione dei pianeti sia più veloce di quanto si pensasse finora”.

Osservare i primi stadi della formazione planetaria intorno a HL Tauri potrebbe mostrare come il nostro sistema planetario appariva più di quattro miliardi di anni fa, quando si è formato.
eso1n600x400.jpg

scienza.stelle