Formazione. A scuola di alta sartoria

A scuola di alta sartoria

Avvenire

Da anni Fiorella Ciaboco porta avanti la battaglia per la difesa delmade in Italy e delle eccellenze sartoriali italiane. L’artigiana sviluppa i suoi saperi in una costante ricerca che vede un importante aspetto didattico: formare nuove leve, ritenendo importante tramandare i segreti di bottega e le competenze che hanno reso grande la storia del nostro Paese fucina culturale e artistica mondiale. Un’attività che svolge periodicamente, sia privatamente nelle sedi di Milano e di Jesi, che all’interno di corsi professionali come l’Università di Urbino e il Poliarte di Ancona, trasferendo il suo sapere e la sua esperienza di specialista della confezione. Conoscenze, metodi, tecniche e abilità manuali che si evolvono e si aggiornano costantemente rispetto ai mutamenti produttivi, estetici e merceologici e che la sartoria affronta quotidianamente nella produzione di capi esclusivi e su misura. Le iscrizioni sono aperte tutto l’anno. È possibile partecipare a corsi di gruppo, 2/3 allievi, (programma base o avanzato) o corsi privati per programmi mirati alle specifiche esigenze. La sede di Jesi dispone anche di mini alloggi per agevolare il soggiorno e completare il corso con un’esperienza a stretto contatto con il laboratorio.Da anni Fiorella Ciaboco organizza workshop rivolti a gruppi di turisti o studenti proveniente dall’estero che vogliono vivere da vicino l’esperienza della creazione sartoriale e dei segreti custoditi nelle mani degli artigiani italiani.

Per maggiori informazioni: www.sartoriafiorella.com.

Precedente Liturgia / IL PAPA DA' IL VIA LIBERA AL NUOVO MESSALE IN ITALIANO Successivo Cascia: celebrazioni di Santa Rita