El Salvador: ucciso dai pandilleros un sacerdote di 38 anni


agensir

Un sacerdote di 38 anni, padre Cecilio Pérez, è stato assassinato la scorsa notte in El Salvador. La vittima era parroco di San José la Majada, nel municipio di Juayua (dipartimento di Sonsonate, nella zona occidentale del Paese). Alcuni fedeli si erano accordati per trovarsi con lui alle 5 del mattino per pregare insieme, ma una volta giunti in parrocchia non hanno avuto alcuna risposta dal sacerdote. Riusciti in qualche modo a entrare in canonica hanno trovato il sacerdote morto, ucciso probabilmente dai pandilleros, cioè da una delle bande criminali attive nell’El Salvador, in un tentativo di estorsione. Il vescovo di Sonsonate, mons. Costantino Barrera, si è recato nella parrocchia e ha chiesto ai fedeli di pregare per padre Cecilio e per tutti i sacerdoti, sottolineando che la vittima “stava portando avanti un bel lavoro e aveva una risposta molto buona da parte della gente”. Questo episodio si somma a quello accaduto lo scorso anno, quando il Giovedì Santo era stato ucciso padre Walter Vasquez, nel municipio di Lolotique. In quest’ultimo caso le indagini non hanno portato finora a chiarire i responsabili dell’omicidio.

Precedente CONFLITTO ISRAELO-PALESTINESE Striscia di Gaza: giovani israeliani e palestinesi costruiscono la pace a colpi di pedale e di video-chiamate Skype Successivo SCUOLA Docente sospesa a Palermo: Libera, “solidarietà e corresponsabilità”