Crea sito

Don Daniele Casini è il nuovo parroco della Cattedrale

Il segretario del vescovo don Daniele Casini è il nuovo parroco della cattedrale. Prende il posto di monsignor Gianfranco Gazzotti che resterà come amministratore parrocchiale di San Prospero dove si dovranno compiere diversi lavori di sistemazione. Casini è stato nominato parroco moderatore dell’Unità pastorale delle tre parrocchie di S. Maria Assunta nella Cattedrale, San Prospero e Santa Teresa dal vescovo Adriano Caprioli. Monsignor Gazzotti, 77 anni, a metà aprile era stato colto da un malore durante un pellegrinaggio in Turchia ed era finito all’ospedale a Istanbul. Ora è tornato in Italia e sta meglio.
L’équipe a servizio della Unità Pastorale è composta inoltre dai quattro confessori (monsignor Carlo Pasotti, monsignor Francesco Marmiroli, monsignor Franco Ruffini, don Cesare Frignani), dai tre diaconi Luciano Agosti, Emer Lusvarghi e Cesare Pelosi con compiti caritativi e liturgici.

Si legge nel comunicato della diocesi: “La nomina di don Casini si situa nella linea della continuità, perché don Daniele non solo ha sempre preparato le celebrazioni in cattedrale quale cerimoniere e direttore dell’Ufficio liturgico diocesano, ma ha anche collaborato in questi anni con il parroco per i catechisti e gli educatori dei ragazzi e dei giovani, divenendo per loro un punto di riferimento. La nuova Unità Pastorale conta 4.100 abitanti (1.100 dei quali circa sono stranieri). La figura dell’amministratore parrocchiale, prevista dal diritto canonico, comporta per monsignor Gazzotti l’incarico di provvedere alle necessità pastorali ed economiche della parrocchia di San Prospero, e nel contempo il compito di collaborare con l’unità pastorale della quale il parroco moderatore è don Daniele Casini. Dal canto proprio monsignor Gazzotti continua a risiedere nell’attuale canonica, nel contempo prepara nella canonica di San Prospero, individuata come il centro pastorale, gli ambienti per le diverse l’attività  delle tre parrocchie”.
Conclude la diocesi: “Non è ancora fissata la data delle consegne. Il segretario del vescovo continuerà il suo servizio al vescovo Caprioli fino alla conclusione del suo mandato, come vescovo e poi come amministratore apostolico, fino all’arrivo del nuovo pastore”.

reggionline