Domenica 13 Dicembre il vescovo aprirà la Porta Santa in cattedrale dopo la processione dalla basilica della Ghiara

Reggio Emilia, 12 dicembre 2015 – Scatta domani l’inaugurazione diocesana del Giubileo della Misericordia, che durerà fino al 20 novembre 2016. La celebrazione sarà contraddistintadall’apertura della Porta Santa. Il gesto – già anticipato da papa Francesco il 29 novembre scorso a Bangui, nella Repubblica Centrafricana – verrà compiuto dal vescovo Massimo Camisasca (così come faranno gli altri pastori diocesani), nella terza  domenica di Avvento. La Porta della Misericordia in cattedrale sarà aperta dopo la processione che partirà dalla basilica della Ghiara. Successivamente, Camisasca presiederà la liturgia che prevede la memoria del battesimo, la celebrazione eucaristica, il gesto delle offerte per la Caritas (oggi è anche la Giornata per la Caritas diocesana) e la consegna del crocefisso della Misericordia ai rettori dei santuari o delle chiese del territorio che, durante l’anno santo, avranno il titolo di «chiese della riconciliazione», dove i sacerdoti di quella zona pastorale si impegnano a dedicare tempo ed energie per le confessioni.

Ecco il programma dettagliato della giornata. Dalle 15 la basilica della Ghiara sarà aperta al pubblico, mentre alle 15.30 inizierà la celebrazione di apertura del Giubileo con i riti di introduzione. Alle 15.45 partirà la processione che, percorrendo la via Emilia, raggiungerà piazza Prampolini. Alle 16.15 in cattedrale avverrà il rito dell’apertura della Porta della Misericordia, che quel giorno sarà il portone centrale. E’ stato anche preparato un portale da attraversare, una volta varcata la Porta, caratterizzato da 99 stelle (da domani fino al 13 novembre 2016, il portale sarà spostato sul  portone di sinistra). Dopo l’ingresso nel Duomo, il vescovo presiederà la messa (in centro storico sono sospesi tutti i riti vespertini). Al termine, prima della benedizione, verranno annunciate le 18 chiese della riconciliazione sparse negli 11 vicariati e ai rispettivi parroci sarà consegnato il crocifisso del Giubileo.

Stamattina, intanto, il vescovo Camisasca ha celebrato la messa nella solennità di Santa Lucia. «La festa di oggi ci porta a meditare sulla necessità della luce per condurre una vita vera e serena – ha spiegato Camisasca nell’omelia -. Nel vangelo, spesso, Gesù è presentato come Colui che ridona la vista. Gesù parla di una vista superiore a quella degli occhi. Noi siamo fatti per la luce. È solo nella luce che emergono i colori, le forme, la bellezza delle cose. Ma la luce vera, in grado di svelare il mistero nascosto in tutte le cose è Gesù. Così quando egli arriva si svela la luminosità o la cecità dell’anima. Il Signore vi chiama oggi a gioire per la possibilità di incontrarlo e di riconoscerlo attraverso gli occhi del cuore illuminati dalla fede. È questo il mio augurio di Natale per tutti voi, per le vostre famiglie e per i vostri cari. Che questo Natale, segnato da una più abbondante offerta di misericordia – che domani sarà simbolicamente rappresentata dall’apertura della Porta Santa in questa nostra Cattedrale –, possa realmente segnare un nuovo passo nel cammino della nostra fede».

fonte: ilrestodelcarlino.it

Be Sociable, Share!
Precedente Messa con rito solenne dell'apertura della Porta santa del Giubileo della Misericordia Successivo Una proposta della Caritas Diocesana CORSO PER OPERATORI DEI CdA