Crea sito

Dischi Sacra / Beethoven, in cammino sul Monte degli Ulivi

da Avvenire

Non era di certo uno che lasciasse mai il suo pubblico a corto di musica Ludwig van Beethoven (1770-1827); la prima esecuzione di Christus am Ölberge (Cristo sul Monte degli Ulivi) ebbe luogo nel 1803 durante un concerto viennese insieme alle sue prime due Sinfonie e al suo Terzo Concerto per pianoforte e orchestra. La partitura rappresenta una delle rarissime incursioni compiute dal compositore all’interno del repertorio di carattere religioso, ma anche l’unico lavoro da lui dedicato a un genere musicale ormai segnato da una progressiva quanto inesorabile parabola discendente: l’oratorio. Come prologo dei festeggiamenti per il 250° anniversario della nascita del musicista di Bonn arriva l’incisione realizzata dal direttore finlandese Leif Segerstam insieme con il Chorus Cathedralis Aboensis, la Turku Philharmonic Orchestra e un terzetto di cantanti solisti formato dal soprano Hanna-Leena Haapamäki, dal tenore Jussi Myllys e dal basso Niklas Spångberg. Come spesso accade anche nei capolavori strumentali dall’artista tedesco, è una sorta di cammino iniziatico quello che attraversa lo svolgimento dell’opera, dalle tenebre alla luce. Questa interpretazione si sforza di rendere evidente come il percorso si articoli all’interno delle due grandi sezioni in cui l’oratorio è strutturato, che vedono dapprima Gesù ritirarsi in preghiera sul Monte degli Ulivi – e il compositore carica di vibrante attesa l’imminente sacrificio – e poi aprirsi la grande scena teatrale, con l’opposizione tra soldati e discepoli e la gloria finale testimoniata dal canto degli angeli. Le scelte agogiche adottate da Segerstam non risultano sempre felici e gli stacchi di tempo a volte un po’ lenti sembrano penalizzare l’intensità della carica drammaturgica, ma la forza d’impatto dell’introduzione orchestrale e dell’aria Meine Seele (La mia anima è scossa) affidata al tenore (Cristo) lascia già presagire il Beethoven del Fidelio e della Nona Sinfonia, dove arriva a toccare profondità inesplorate dell’animo umano.

Ludwig van Beethoven
Cristo sul Monte degli Ulivi
Leif Segerstam
Naxos / Ducale. Euro 10,00

Pubblicato da Blog Santo Stefano

Blog della chiesa di Santo Stefano a Reggio Emilia (della Parrocchia S. Giovanni Ev. in Santo Stefano e San Zenone). Unità Pastorale Santi Cristanto e Daria