Diocesi e studenti adottano gli alberi

Avvenire

La salvaguardia dell’ambiente e il rispetto del creato, così come indicato da papa Francesco nella Laudato si’, passano anche attraverso piccole ma significative iniziative come “Adotta un albero”, voluta dalla diocesi di Frosinone-Veroli-Ferentino e concretizzatasi nel rimboschimento di un’area nella zona di nuovo sviluppo del capoluogo ciociaro. La diocesi frusinate ha coinvolto diverse scuole e alla posa degli alberi, trasformatasi in un’occasione di festa: hanno partecipato gli studenti di quattro istituti comprensivi (elementari e medie) e di altrettanti istituti superiori (classico, scientifico, artistico e per il commercio). Dietro l’iniziativa c’è anche un alto valore simbolico, come ha sottolineato il vescovo Ambrogio Spreafico, da anni in prima linea nella lotta all’inquinamento ambientale della vicina valle dove scorre il fiume Sacco. «Questa – ha detto tra l’altro il presule ai ragazzi e agli insegnanti – è una terra difficile dal punto di vista ambientale, ma noi vogliamo opporci facendo qualcosa. Questi alberi sono il segno di una terra che non accetta di vivere secondo la logica di chi inquina. E poi gli alberi crescono verso l’alto e ci fanno capire che dobbiamo guardare il mondo intero, con lo sguardo largo».

Precedente Arriva la pioggia, da mercoledì temporali in tutta Italia Successivo “Preservare” Gerusalemme come “patrimonio comune dell’umanità e soprattutto per i fedeli delle tre religioni monoteiste”