Crea sito

Dai Musei vaticani al Brasile: grandi capolavori in mostra per la Gmg

Dall’11 giugno al 15 settembre un’importante rassegna allestita al Museo delle Belle Arti di Rio de Janeiro
redazione vaticaninsider
roma

In occasione della Giornata Mondiale della Gioventù che sarà presieduta in luglio da Papa Benedetto XVI (al suo quarto appuntamento con i «Papa boys» dopo Colonia 2005, Sydney 2008 e Madrid 2011) si terrà a Rio de Janeiro la più importante mostra mai realizzata in America Latina. «In occasione della Gmg arriveranno per la prima volta in Brasile capolavori dell’arte mondiale provenienti dai Musei Vaticani e da alcuni musei italiani. Si tratterà, rivela oggi il quotidiano cattolico Avvenire, di «una selezione di opere originali di Michelangelo, Pinturicchio, Perugino, Caravaggio, Leonardo da Vinci, Bernini e di altri autori decisivi per la cultura dell’umanità». La mostra sarà allestita al Museo Nazionale delle Belle Arti di Rio de Janeiro dall’11 giugno al 15 settembre.

Di certo lascerà senza fiato i visitatori – per i pellegrini iscritti alla Gmg l’ingresso sarà gratuito – il percorso immaginato dal curatore, il professor Giovanni Morello, in dialogo con il direttore dei Musei Vaticani, Antonio Paolucci. Il viaggio «Sulle orme del Signore», articolato sulla scia del tema dell’appuntamento carioca «Andate e fate discepoli tutti i popoli», permetterà di partecipare a una speciale catechesi. I colori e le immagini sbocciati dalle tavolozze del Beato Angelico, di Melozzo da Forlì, di Correggio rievocheranno il Volto di Cristo (come ad esempio il Mandylion di Edessa, conservato nella Sacrestia Pontificia), la sua Passione e Risurrezione, ma anche l’Incredulità di Tommaso, la parabola del Figliol Prodigo e l’incontro di Gesù con l’adultera.

Nella seconda sezione saranno presenti opere legate alla «Chiamata degli apostoli» e alla «Consegna delle Chiavi», tra cui l’eccezionale «Dittico con Pietro e Paolo» del III-IV secolo. Immancabili le opere d’Oriente e d’Occidente a tema mariano e i dipinti raffiguranti i santi più conosciuti. Ad arricchire la mostra una serie di croci processionali di particolare interesse storico-artistico e alcuni preziosi reliquiari. L’allestimento, organizzato in collaborazione con il Pontificio Consiglio per i Laici, l’Instituto Brasileiro de Museus, il Museo Nazionale delle Belle Arti di Rio e con il patrocinio del Pontificio Consiglio per la Cultura, è stato uno dei punti all’ordine del giorno degli incontri della delegazione del Comitato organizzatore locale della Gmg con le istituzioni vaticane a Roma.

A finanziare l’operazione saranno sponsor privati in collaborazione con la Fondazione vaticana Giovanni Paolo II per la Gioventù, presieduta dal dottor Marcello Bedeschi, personalità nota per la sua esperienza nella preparazione dei grandi eventi ecclesiali. Bedeschi, sottolinea Avvenire, «ha voluto che anche stavolta ci fosse un’iniziativa culturale di altissimo livello ad accompagnare il raduno mondiale».

L’arcivescovo brasiliano Orani Joao Tempesta, – che al termine dell’udienza generale è stato ammesso a salutare il Papa con alcuni membri del comitato organizzatore della Gmg di Rio del prossimo luglio – ha riferito all’Osservatore romano dei preparativi in Brasile per l’incontro mondiale dei giovani cattolici, in programma il prossimo luglio, e dei tanti ragazzi pronti ad accogliere Benedetto XVI.

«Io – racconta l’arcivescovo – ho detto al Santo Padre che i giovani di tutto il mondo saranno felici di accoglierlo a Rio per la Gmg; il Santo Padre ha detto che è suo desiderio andare e ha dato la sua benedizione per tutti i lavori che stiamo facendo a Rio de Janeiro. Ho anche detto al Santo Padre che il luogo dove celebrerà la Messa finale e la Veglia del sabato della Gmg noi lo abbiamo chiamiamo il campus fidei».

Al comitato brasiliano, secondo quanto riferisce la Radiovaticana, il Papa ha ricordato che «solo se si è uniti si è in grado di realizzare gli obiettivi prefissati».