Crea sito

Coronavirus. Luce, gas, acqua: i provvedimenti dell’Authority a sostegno delle famiglie

Buone notizie per i consumatori per le prossime bollette di luce e gas. Viste le misure per contrastare il Covid-19, ARERA, l’autorità di regolazione per energia reti e ambienti, ha approvato una serie di provvedimenti a sostegno delle famiglie.

BOLLETTE LUCE E GAS II TRIMESTRE MENO CARE

ARERA ha comunicato che dal 1 aprile si registra una forte riduzione per l’elettricità, pari al -18,3% e per il gas pari al -13,5% per la famiglia a tutela. Questo grazie alle basse quotazioni delle materie prime nei mercati all’ingrosso, legate ad una decisa riduzione dei consumi anche a causa dell’emergenza e ad una sostanziale stabilità nel fabbisogno degli oneri generali.

SOSPENSIONE DELLE BOLLETTE NEI COMUNI DELLA EX ZONA ROSSA

Per gli 11 Comuni della ex zona rossa sono sospese fino al 30 aprile le bollette di acqua, luce, gas e rifiuti. Il provvedimento ha disposto anche misure finanziarie a sostegno degli esercenti l’attività di vendita, le modalità di pagamento delle fatture oggetto di sospensione, nonché le modalità di richiesta di misure finanziarie a sostegno degli operatori.

PROROGA DEI TEMPI DI RINNOVO DEI BONUS SOCIALI NAZIONALI

Il provvedimento dispone il differimento di alcuni termini relativi alla gestione dei bonus sociali nazionali. Per il periodo 1° marzo – 30 aprile, per garantire la continuità di erogazione dei bonus ai cittadini che ne hanno diritto, il provvedimento dispone che a coloro che dovessero rinnovare la domanda di bonus oltre la scadenza prevista dalla regolazione, comunque entro i 60 giorni successivi al termine del suddetto periodo di sospensione, sia garantita la continuità dei bonus, con validità retroattiva a partire dalla data di scadenza originaria e per un periodo di 12 mesi.

RINVIATI I DISTACCHI PER MOROSITA’ DI ELETTRICITA’, GAS E ACQUA

La sospensione delle forniture di energia elettrica, gas e acqua per morosità – di famiglie e piccole imprese – è rimandata al 13 aprile. Inoltre è stato istituito un conto presso la Cassa per i servizi energetici e ambientali, con disponibilità di 1 miliardo, per garantire la sostenibilità degli attuali e futuri interventi regolatori a favore di consumatori e utenti.

Avvenire