Congo, dove i bambini finiscono in miniera

Vatican Insider

(Luca Attanasio) Il prezzo maggiore per garantire al mondo sviluppato di ridurre i gas serra attraverso auto elettriche lo pagano i bimbi del Paese africano. Negli scavi di cobalto, il minerale indispensabile per le batterie, si muore per un dollaro al giorno. La coraggiosa esperienza delle Suore del Buon Pastore. «Quando siamo arrivate qui per la prima volta, sette anni fa, abbiamo visto la disperazione negli occhi di genitori costretti a mandare i figli a scavare nelle miniere. Salutandoli la mattina temevano che la sera non li avrebbero più rivisti. Per questo abbiamo iniziato il nostro programma, per salvare i bambini». Suor Catherine Mutindi, ha il piglio del leader politico e il viso tenero e deciso di chi conduce una buona battaglia.

Be Sociable, Share!
Precedente Macedonia del Nord: la visita del Santo Padre al Memoriale di Madre Teresa. La Preghiera di Francesco e l'incontro con i poveri Successivo Primo maggio, il selfie del Papa con il sindacalista Aboubakar Soumahoro