Concerto Soli Deo Gloria Giovedì 28 marzo 2019, ore 21 REGGIO EMILIA Chiesa di Santa Teresa

Giovedì 28 marzo, con inizio alle ore 21 e ingresso libero, nel giorno della nascita ad Avila il 28 marzo del 1515 di Santa Teresa di Gesù, al secolo Teresa Sánchez de Cepeda Dávila y Ahumada, nella chiesa cittadina di Santa Teresa in via Campo Marzio, si terrà un concerto con Francesco Cera, il grande organista italiano considerato l’erede di Luigi Ferdinando Talgiavini,  accompagnato dalla voce recitante di Carlotta Caimi.
Un percorso inedito e suggestivo. Brani per organo dei maggiori compositori del Seicento spagnolo verranno alternati alla lettura di brani in prosa e in poesia dei due più grandi mistici spagnoli. Dalle lettere di Santa Teresa d’Avila la famosa visione estatica dell’angelo, e dalle poesie di San Giovanni della Croce i sonetti simbolici che narrano del percorso dell’anima alla ricerca di Dio. 
La serata sarà in ricordo di Maria Vittoria Visconti Spallanzani “Joio”,  indimenticata Presidente della Mensa del Vescovo.


Giovedì 28 marzo 2019, ore 21
REGGIO EMILIA
Chiesa di Santa TeresaVia Campo Marzio
Concerto in ricordo di Maria Vittoria Visconti Spallanzani “Joio” 

Misticismo Spagnolo. Letture da Teresa D’avila e San Giovanni Della Croce e Musica per Organo del Seicento spagnolo
Francesco Cera organo
Carlotta Caimi voce recitante
Ingresso libero 

Il programma
Pablo Bruna (1611-1679)Tiento sobre la Letania de la Virgen
Francesco Correa de Arauxo (1584-1654)Tiento y Discurso de segundo tono
Juan Bautista Cabanilles (1644-1712)Pasacalles
Francisco Correa de ArauxoTiento de medio registro de baxon de septimo tonoTiento de tercero tonoTiento de sexto tono sobre la Batalla de Morales

Gli interpreti
Carlotta CaimiFormatasi a Milano come attrice alla scuola di dizione erecitazione di Gianroberto Cavalli e contemporaneamente comepittrice presso l’Accademia di Belle Arti di Brera, intraprende lasua carriera artistica nel 1972 con lo Stabile di Bolzano facendoparte sia come attrice che come cantante dello spettacolo “Giornidi Lotta con Di Vittorio” di G. Saponaro con la regia di MaurizioScaparro, insieme a Pino Micol e Gigi Reder.Dal 1973 al 1976 lavora con diverse compagnie milanesi disperimentazione. Tra i vari spettacoli ricordiamo quello sulla vita ele opere di Goldoni con Marco Columbro, al Teatro San Babila ein altri teatri della Lombardia.Dal 1978 fa parte della compagnia romana “La ringhiera” direttada Franco Molè e partecipa come attrice e cantante agli spettacoli“Caravaggio”, “Toulouse Lautrec”, “La cantatrice calva” di E.Jonesco, a fianco di attori come Martine Brochard, EnricaBonaccorti e Adalberto Rosseti. Inizia dal 1986 la collaborazionecon la compagnia “Stravagario Maschere” con l’allestimento dellospettacolo “Riverrun – Fluidofiume” tratto dall’Ulisse di J. Joyce,con Franco Mazzi e la regia di Enrico Frattaroli, che per svariatianni sarà in tourné in Australia (Sydney e Melbourne) Irlanda(Festival di Dublino) Francia (Centro Pompidou a Parigi e Festivaldi Lione) e al Teatro Quirino a Roma. Inoltre ha calcato le scene diimportanti teatri quali l’Odeon e il San Babila di Milano, l’Alfieridi Torino, il San Ferdinando di Napoli, la Sala Umberto e il Pariolidi Roma, il Piccinni di Bari.Ultimamente ha curato la regia di opere barocche come “FairyQueen” di Purcell e “Acis e Galatea” di Haendel sotto la direzionemusicale di Sergio Siminovich.

Francesco CeraBolognese, dopo gli studi di organo e di clavicembalo conclusisotto la guida di Luigi Ferdinando Tagliavini e di GustavLeonhardt, si è affermato tra i più apprezzati interpreti italianidella musica antica, attivo su un vasto campo, dagli strumentistorici a tastiera alla musica vocale e strumentale del periodobarocco.Dopo aver fatto parte dal 1991 al 1994 dell’ensemble GiardinoArmonico, dal 1997 dirige l’Ensemble Arte Musica, col quale sidedica al repertorio vocale italiano, dai madrigali di Gesualdo allecantate del settecento.Francesco Cera ha al suo attivo una vasta produzione discografica,accolta con entusiasmo dalla critica internazionale. Dopo averesordito con le opere di alcuni importanti compositori del Seicentoitaliano, ha proseguito con incisioni dedicate alle sonate diDomenico Scarlatti. Di Johann Sebastian Bach ha registrato leSuites Francesi e quattro concerti per clavicembalo e archi,insieme a I Barocchisti diretti da Diego Fasolis. Di recente uscita(Brilliant Classics): Francisco Correa de Arauxo Organ Musicsull’organo rinascimentale di Garrovillas de Alconètar, l’operacompleta per clavicembalo di Jean-Henri D’Anglebert e iTenebrae Responsoria di Carlo Gesualdo, come direttoredell’Ensemble Arte Musica. I suoi recenti impegni concertisticil’hanno portato ad esibirsi nella sala della Philarmonie a Colonia,nella Cattedrale di Segovia e nella Christ Church Cathedral diCincinnati. Dal 2006 tiene regolarmente masterclass negli StatiUniti (Oberlin Conservatory, Yale University, Eastman School ofmusic a Rochester, Arizona State University) ed è docente diclavicembalo al Conservatorio “E.R.Duni” di Matera. È attivoinoltre come Ispettore onorario per la tutela degli organi storici perla Basilicata e la provincia di Salerno.

Be Sociable, Share!
Precedente Borse di studio ai migliori studenti Successivo Tv2000. Ecco come seguire in tv il viaggio di papa Francesco in Marocco