I santi del 17 Dicembre 2015

San GIOVANNI DE MATHA   Sacerdote
Faucon (Alpes-de-Haute-Provence, Francia), 23 giugno 1154 – Roma, 17 dicembre 1213
Provenzale, docente di teologia a Parigi, prete a 40 anni, Giovanni de Matha lasciò la cattedra, divenendo sacerdote. Durante la sua prima messa, il 28 febbraio 1193, gli ac…
www.santiebeati.it/dettaglio/35750

Sant’ OLIMPIA   Vedova
Nacque verso il 361 da un’agiata famiglia di Costantinopoli. Divenuta orfana in giovane età, fu affidata per l’educazione a Teodosia, sorella del vescovo di Iconio, sant’Anfilochio…
www.santiebeati.it/dettaglio/81900

San FLORIANO   Venerato a Bologna
www.santiebeati.it/dettaglio/82000

San JOSè MANYANET Y VIVES   Sacerdote
Tremp (Lleida, Spagna) 7 gennaio 1833 – Barcelona (Spagna) 17 dicembre 1901
“Dio ha chiamato i fedeli a contemplare ed imitare la Santa Famiglia per mezzo del Beato José Manyanet, sacerdote” (Mess. Romano), è quindi l’aposto…
www.santiebeati.it/dettaglio/91419

Santa BEGGA   Badessa di Andenne
Nata nel VII secolo da nobile famiglia carolingia, Begga si sposò e rimase vedova. Allora – sull’esempio della madre, santa Itta, che alla morte del marito, il beato Pipino di Land…
www.santiebeati.it/dettaglio/91759

Santi ANANIA, MISAELE E AZARIA (ABDENAGO, MISACH E SIDRACH)   Martiri
Abdenago, Misach e Sidrach, chiamati anche Anania, Misaele e Azaria, sono personaggi biblici. Il libro del profeta Daniele, nei primi tre capitoli, espone la vicenda di questi tre …
www.santiebeati.it/dettaglio/91866

Santa WIVINE (VIVINA)   Badessa benedettina
Brabante, Belgio, 1103 – Grand-Bigard (Brabante), 17 dicembre 1170
È considerata come la fondatrice e la prima superiora dell’abbazia benedettina di Grand-Bigard, nella provincia del Brabante in Belgio, dove nel 1126, a 23 anni, fondò un eremo, ad…
www.santiebeati.it/dettaglio/92014

San GIUDICAELE (JUDICAëL)   Re di Bretagna
590 circa – 658 circa
San Giudicaèle (Judicaël), fratello di San Giudoco, in un primo tempo entrò in monastero sotto la guida di San Mavenno (Mèen), ma poi rivendicò i suoi diritti al trono di Bretagna….
www.santiebeati.it/dettaglio/92638

San MODESTO   Patriarca di Gerusalemme
www.santiebeati.it/dettaglio/81920

Santi MARTIRI DI ELEUTEROPOLI
Si tratta di cinquanta soldati, che al tempo dell’imperatore Eraclio furono martirizzati dai Saraceni.
www.santiebeati.it/dettaglio/81930

Santo STURMIO DI FULDA   Abate
www.santiebeati.it/dettaglio/81940

San CRISTOFORO DI COLLESANO   Monaco
www.santiebeati.it/dettaglio/81960

Beato GIACINTO MARIA CORMIER   Domenicano
Orleans, 1832 – Roma, 1916
Avvertendo già da seminarista il richiamo alla vita religiosa, professò in privato i voti ed entrò nel Terz’Ordine. Nel 1856, il giorno dopo la sua ordinazione sacerdotale, entrò n…
www.santiebeati.it/dettaglio/90773

Beata MATILDE DEL SAGRADO CORAZON TELLEZ ROBLES   Fondatrice
Robledillo de la Vera, Spagna, 30 maggio 1841 – 17 dicembre 1902
Fondò la Congregazione delle Figlie di Maria Madre della Chiesa. Educata fin da piccola nella fede cristiana, molto giovane decise di dedicarsi totalmente al Signore, nonostante il…
www.santiebeati.it/dettaglio/92002

Beato PIETRO DI SPAGNA   Martire mercedario
† 1418
Famoso per la propagazione della fede cattolica, il Beato Pietro di Spagna, cavaliere laico dell’Ordine Mercedario, fu uomo di grande dottrina e santità della vita.Trovandosi ad Al…
www.santiebeati.it/dettaglio/94813

Be Sociable, Share!

Santo del Giorno 13 Novembre. La vera speranza. E l’aiuto ai più bisognosi

I soldi? Devono servire per portare la speranza al mondo, la vera speranza, e non c’è altra via per donare speranza che curare l’umanità ferità, i poveri e gli emarginati. È un messaggio attualissimo quello che ci ha lasciato sant’Omobono di Cremona. Non fu religioso, prete o vescovo, eppure con la sua testimonianza di vita seppe evangelizzare i suoi contemporanei e vivere un autentico ministero evangelico. Era un abile mercante di stoffe, sposato ma senza figli, sempre attento ai bisognosi tanto da diventare un punto di riferimento morale per i suoi concittadini: i suoi guadagni andavano a chi viveva in povertà. In un tempo di conflitti e divisioni, Omobono era un testimone della via della pace. Non ha lasciato scritti o discorsi, ma solo la memoria della vita eroica, terminata improvvisamente nel 1197 nella chiesa di Sant’Egidio mentre si stava celebrando la Messa.
Altri santi. San Fiorenzo di Città di Castello, vescovo (520-599); beato Veremondo Arborio, vescovo (930-1011).
Letture. Sap 13,1-9; Sal 18; Lc 17,26-37.
Ambrosiano. Ap 22,12-21; Sal 62; Mt 25,31-46.

avvenire

Be Sociable, Share!