Borsa Mediterranea del Turismo. Israele cresce (e strizza l’occhio al Sud)

Avvenire

Tutti gli indicatori hanno davanti il segno più: +24% gli arrivi in Israele dall’Italia nel febbraio di quest’anno (10.800 turisti) rispetto allo stesso mese del 2018 (che diventa addirittura un +86% se il dato viene paragonato al 2017); + 40% negli arrivi complessivi dall’Italia nel 2018 (150.600 visitatori); +14% di turisti internazionalirispetto al 2017 (4,1 milioni di persone). Israele si conferma una delle mete turistiche più richieste al mondo e uno dei mercati chiave chiave per il nostro Paese.

EL AL: dal 14 aprile, due nuovi voli settimanali da Catania

Dal 22 al 24 marzo il Paese sarà presente con la compagnia di bandiera EL AL al BMT, la Borsa Mediterranea del Turismo che si tiene alla Borsa d’Oltremare di Napoli. E da qui strizzerà l’occhio al Sud Italia, che sta manifestando crescente interesse per Israele. Tanto che EL AL, tramite la compagnia consociata Sun D’Or, ha deciso di lanciare un nuovo collegamento da Catania a partire dal 14 aprile: due voli a settimana (domenica e giovedì) che si uniranno alle altre quattro rotte presenti in Italia: Milano, Roma, Venezia e Napoli. “EL AL è costantemente alla ricerca di nuovi mercati che possano servire sia la crescente domanda italiana per Israele sia il mercato israeliano verso l’Italia, pertanto siamo molto felici che questa nuova rotta inizi presto”, dice Yoaw Weiss, direttore generale EL AL Italia. Mentre Avital Kotzer Adari, direttore dell’Ufficio Nazionale israeliano del Turismo, sottolinea che l’obiettivo è “rafforzare le nostre relazioni con i tour operator e gli agenti di viaggio del Sud”. “I primi risultati del 2019 sono straordinari – spiega -, e ci fanno prospettare un anno consistente. I nuovi voli EL AL sono solo il primo segnale positivo di ulteriore sviluppo del mercato”.

Gerusalemme, la Torre di David

Gerusalemme, la Torre di David

2018 anno da record per i pellegrinaggi: 4 milioni di arrivi

Meta top: Gerusalemme. La destinazione chiama da sé. E i pellegrinaggi sono in crescita (in Italia sono presenti 61 organizzazioni che lavorano con 234 diocesi. Proprio il 22 marzo inizia un pellegrinaggio organizzato dall’arcidiocesi di Napoli in preparazione della Pasqua.). I 4 milioni di pellegrini del 2018 sono il numero più alto di sempreOpera Romana Pellegrinaggi conferma un trend del tutto positivo, in costante aumento: crescono gli arrivi dall’Italia, crescono gli arrivi dall’Europa e si aggiungono tanti nuovi arrivi da pellegrini di Asia e Africa. Anche Brevivet parla di un’ottima prima prima parte dell’anno, che annuncia una stagione a venire molto promettente. Nelle prossime settimane, poi, sono previsti arrivi record in occasione delle festività, con lacelebrazione cattolica della Pasqua il 21 aprile, quella ortodossa il 28 aprile, e quella ebraica (Pesach) dal 19 al 27 aprile.

Tel Aviv

Tel Aviv

Tel Aviv: una regina con un appuntamento in più

Quanto a Tel Aviv, città che da sola, e da anni, cattura milioni di turisti, nel 2019 ha un appuntamento in più da offrire: tra il 14 e il 18 maggio ospiterà la 64esima edizione dell’Eurovison Song Contest, il festival musicale internazionale che ogni anno fa ascolti record in tutto il mondo. I tre eventi principali saranno trasmessi in diretta dall’Expo Tel Aviv Internazional Convention Center. E online la corsa ai biglietti è partita da settimane.

Eilat

Eilat

Il Negev più vicino con il nuovo aeroporto di Eilat-Ramon

Da segnalare, infine, il Negev – che significa avventura, archeologia, Mar Rosso -, da quest’anno più vicino con l’inaugurazione (in gennaio) del nuovo aeroporto Eliat-Ramon, vicino a Eilat.

Precedente Giornata mondiale della sindrome di Down. «Nessuno sia più lasciato indietro» Successivo Tecnologia. Tutta la Chiesa a portata di App