Crea sito

Assisi: Cosa chiedereste per il 2013?

La salute, la serenità in famiglia e fra gli uomini, la pace, il lavoro ma anche una “politica buona”. Sono i desideri per il nuovo anno che gli internauti affidano a San Francesco d’Assisi in messaggi che verranno portati dai frati sulla tomba del Santo nella Basilica a lui dedicata.

In soli due giorni sono già più di 200 i messaggi inviati al sito del Sacro convento di Assisi, sanfrancesco.org, provenienti da ogni parte del mondo. Molti – informa una nota della Sala stampa del Sacro convento – sono testi brevi, vere e proprie invocazioni – Michela, “Pace nel mondo e in tutte le case”; Pasquale, “Vorrei trovare l’amore della mia vita”; Gianluca, “Lavoro, giustizia, pace sociale e carita”; Salvo, “Serenità per me e per il mondo intero”; Giancarlo, “Salute a tutta la famiglia” – altri sono più articolati, più sentiti, vere e proprie preghiere laiche.

Fra i desideri per il 2013 centrale è il tema del lavoro. In particolare sono le donne a farsi avanti: Franca, “Un lavoro certo, sicuro, concreto”; Milly, “Dammi la forza di trovare il lavoro”; Graciela, “Pace, lavoro, amore”. Mimmo racconta il suo dramma: “Caro San Francesco, ti chiedo la grazia di trovare un lavoro. Non si può essere licenziati a 53 anni, con tre figli, senza che nessuno si occupi di noi”. E ancora, Battista, sindacalista: “Sostienici nel nostro lavoro di sindacalisti per la giustizia, la legalità, la libertà, l’uguaglianza, la fraternità, la solidarietà”.

Alla politica italiana si chiede di essere buona: Mariella, “Vorrei tanta maturità, onestà e capacità per chi guiderà la nostra Italia”; Adriano, “I governanti siano illuminati”; Antonietta, “Che il nostro Stato sia governato da persone più oneste e altruiste”. Infine c’è Joanna che chiede “God’s peace for family and friends in Newtown, Connecticut”, la città americana dove è avvenuta la tragica, folle sparatoria con 27 morti, di cui 20 bambini.
“Nei messaggi che stanno arrivando al nostro sito – riferisce il direttore della Sala stampa del Sacro convento di Assisi, padre Enzo Fortunato – c’ è l’Italia vera, profonda, che non si è smarrita di fronte alla crisi, che non ha perso la bussola. C’è l’Italia che cerca amore e serenità nei piccoli gesti quotidiani, che si aggrappa alla famiglia, alla fede. C’è l’Italia che vuole vivere e riscattarsi attraverso il lavoro, c’è l’Italia che chiede alla politica di essere, con onestà e sobrietà, di essere all’altezza dei tempi difficili che si stanno attraversando”.
Il sito www.sanfrancesco.org – ricorda la nota – è emanazione del Sacro Convento di Assisi e della rivista San Francesco patrono d’Italia, uno strumento di evangelizzazione che punta sull’immediatezza e sull’aggiornamento delle notizie in tempo reale che provengono da tutto il mondo e che riguardano la Basilica di San Francesco, il francescanesimo, l’attualità, l’arte e la fede. Il portale riesce a catalizzare l’attenzione di un target di persone differente da quello che normalmente la rivista riusciva a raggiungere, veicolando anche tra i giovani il messaggio di Francesco, grazie anche alla dirette web, ai social network come Facebook e Twitter e alla newsletter. Questi strumenti permettono di aggiornare i tantissimi utenti arrivando ad oltre 200.000 accessi quotidiani.

francesco.e.il.lupo

avvenire.it