Allarmanti i dati sulle uccisioni e sulle minacce ricevute dai leader sociali. In Colombia si colpisce chi vuole rendere migliore il Paese

 

 L’Osservatore Romano 

Almeno 983 leader sociali, di cui quasi la metà donne, sono stati minacciati di morte in Colombia. La denuncia arriva da Carlos Negret, a capo dellaDefensoria del Pueblo, agenzia preposta alla difesa dei diritti umani nel paese. Negret, nel corso di un incontro sulla protezione della vita delle donne svoltosi a Cali, ha sottolineato come solo tra il marzo 2018 e il maggio 2019 siano state minacciate 447 donne paladine dei diritti umani, tredici siano state aggredite e ben venti uccise. 

Be Sociable, Share!
Precedente La Santa Sede rinuncia all’immunità giurisdizionale di cui gode il Nunzio apostolico in Francia Successivo Affidi illeciti nel Reggiano. Camisasca: bimbi tolti? È cultura anti-famiglia