A 25 anni dal genocidio /Antonia Locatelli. Una donna coraggiosa contro il genocidio ruandese 

Rwanda 

 padovanet.it 

(Ndr. Viveva nella città di Nyamata, a sud di Kigali, quando nel marzo del 1992 fu sorpresa dai massacri perpetrati dagli estremisti hutu ai danni di tutsi. Suor Antonia diede l’allarme per telefono all’ambasciata belga e spiegò alla RFI e alla BBC ciò che avveniva sotto i suoi occhi. L’indomani fu assassinata da un commando proveniente da Kigali. Aveva alertato il mondo e fu punita.) 

Precedente L’allarme sull’Honduras in un rapporto stilato dall’Unicef. Ogni giorno un bambino muore a causa di violenze Successivo Le scuole si svuotano è allarme demografia