Crea sito

500 appuntamenti in 3 mesi: è #Restate

Restate 2014, il cartellone estivo di cultura e spettacolo di Reggio Emilia, con circa 500 appuntamenti in 3 mesi, apre il 20 giugno con Saga, il Canto dei Canti. Novità è Vola alta parola, con grandi autori fra cui Giuseppe Conte, Maurizio Cucchi, Valerio Magrelli. E ancora: Aterballetto, Gino Paoli con Danilo Rea, Ambrogio Sparagna, Peppe Servillo; il Cinema in piazza con “Tutti Frutti”.

conferenza stampa

Reggio Emilia città delle persone, anche d’estate. “I cittadini si impossessano della città anche nel periodo estivo” ha sottolineato Giordano Gasparini, direttore Biblioteca Panizzi e dirigente dell’area servizi alla persona del Comune di Reggio Emilia, nel corso della conferenza stampa di presentazione di Restate 2014, rassegna promossa dal Comune di Reggio Emilia per i mesi estivi, con la preziosa collaborazione di numerosi soggetti del territorio e con il contributo di Aci, Boorea, Conad, Banca Popolare dell’Emilia Romagna e Transcoop e il supporto tecnico di Pro Music.
È un’estate all’insegna della cultura e dello spettacolo quella che i reggiani si apprestano a vivere, con un calendario che si rivolge a pubblici diversi di circa cinquecento appuntamenti quasi tutti gratuiti dal 20 giugno fino a settembre (Info: Comune Informa URP 0522 456660 www.comune.re.it/manifestazioni)
La grande offerta cittadina grazie al coordinamento del Comune che ha investito circa 87mila euro oltre a 24mila euro derivanti dalle sponsorizzazioni, permette che “accadano le cose giuste nel posto giusto” come ha ricordato Elisabetta Farioli, responsabile Udp sviluppo programmi culturali e museali. L’offerta culturale interessa le piazze del centro e i luoghi storici della cultura (Chiostri di San Pietro, Piazza Prampolini, Biblioteca Panizzi, Spazio Gerra, Piazza Fontanesi, Palazzo dei Musei), che vengono contaminati da nuove opportunità di aggregazione, spingendosi fuori dall’esagono fino ad abbracciare la provincia.
La nutrita programmazione di Restate si apre ufficialmente il 20 giugno con Saga, il canto dei canti, originale espressione di Teatro Equestre Barbarico Montano a firma di Giovanni Lindo Ferretti e della Corte Transumante di Nasseta, che torna in città, nei Chiostri di San Pietro per la terza volta. In contemporanea si tiene l’avvio nell’Arena Estiva Ex Stalloni della rassegna Accadde domani, dedicata ai nuovi registi italiani.
Da qui si dipana quotidianamente una proposta culturale “da 0 a 90 anni”; una ricca serie di eventi che, di giorno in giorno, spazia nei diversi generi dello spettacolo – musica, cinema, teatro e danza – dell’arte e della letteratura (in particolare della poesia), passando per creatività e innovazione, didattica, scienza, gastronomia, educazione ambientale. Una molteplicità di attività, frutto della cooperazione di numerosi soggetti pubblici e privati tra le quali si segnalano le iniziative promosse nell’ambito dei bando “I Reggiani per esempio” come gli eventi animati dai giovani creativi dell’associazione Moon, l’ultimo sabato di ogni mese ai Musei con performance live, concerti e installazioni artistiche; la seconda edizione del fortunato progetto Summersoup a cura di Arci Reggio Emilia in collaborazione con Reggio Children al Centro Internazionale Malaguzzi; i concerti della rassegna organizzata da MusicPower nella piazzetta degli Orti dello Spazio Gerra e in Piazza Fontanesi. Complessivamente, una decina di associazioni sono impegnate in oltre cinquanta eventi sostenuti dal bando “I Reggiani per esempio 2014”.
Novità significativa di questa nuova edizione di Restate il ritorno della poesia. Reggio Emilia, che ha avuto un speciale attenzione per questa esperienza artistica, quest’anno presenta la grande poesia nel calendario estivo della Biblioteca Panizzi con la rassegna Vola alta parola, da un verso di Mario Luzi, a cura di Guido Monti, poeta e critico letterario. Quattro serate, tutti i venerdì nel mese di luglio, per incontrare i grandi poeti italiani di oggi, e voci capaci, più di altre, di interrogare in profondità i tempi incerti che viviamo. “La poesia corregge i difetti della lingua” ricorda Guido Monti citando Mallarmè. Ecco allora che nella società dell’approssimazione linguistica, della nevrosi mass mediologica, la parola che ci pone davanti al “reale veramente assoluto” invitandoci perentoriamente a cambiare dopo averla sentita, è quella più antica e nuova assieme: la poetica. E di fronte appunto alle magnifiche sorti del moderno, dove tutto è misurabile, la vera poesia, è un fare invece senza alcuna garanzia, senza protezione”.
Si parte il 4 luglio con Giuseppe Conte e Maurizio Cucchi. L’11 luglio è la volta di Antonella Anedda e Gianni D’Elia. Il 18 luglio tocca a Valerio Magrelli e Valentino Zeichen. Infine il 25 luglio la conclusione è affidata ad Alberto Bertoni, Andrea Gibellini, Giancarlo Sissa ed Emilio Zucchi. In ogni incontro il critico letterario Roberto Galaverni collaboratore alle pagine culturali del Corriere della sera, dialoga con gli autori.
La musica è sempre grande protagonista di Restate. Il 21 giugno, data che segna l’inizio ufficiale dell’estate nel nostro emisfero, torna la Festa Europea della Musica nella Chiesa di San Filippo con musiche di Fryderyk Chopin eseguite da Manila Santini al pianoforte. Lo stesso giorno prende il via Musicæ Civitas, la stagione concertistica dell’Istituto Superiore di Studi Musicali di Reggio Emilia e Castelnovo ne’ Monti “Achille Peri – Claudio Merulo”, che si sviluppa con nove incontri, fra il 21 giugno e il 28 luglio, allo Spazio Icarus (via IV novembre), nell’Ostello della Ghiara e nei Chiostri Benedettini di San Pietro. Un programma che per Maurizio Ferrari, direttore del Peri, diventa “un’opportunità perché il conservatorio non sia solo un contenitore formativo ma anche si proietti come ente produttivo e diventi un soggetto che vive nella città e dialoga con le altre istituzioni”.
Una delle rassegne più importanti è Mundus promossa con Ater – Associazione Teatri Emilia Romagna. In piazza Fontanesi, sono previste quattro serate di musica con artisti straordinari che creano la festa in città. Il 31 luglio l’appuntamento è con Raiz, voce storica della band napoletana Almamegretta, insieme a Fausto Mesolella, chitarrista e produttore degli Avion Travel; il 6 agosto c’è l’Orchestra Popolare Italiana diretta da Ambrogio Sparagna con il contributo delle voci di Peppe Servillo e Gabriella Gabrielli a ripercorre i canti di trincea a 100 anni dallo scoppio della grande Guerra; il 13 agosto è la volta di Ritmomania con il flamenco di Israel Varela, le tabla indiane di Prabhu Eduard; la chitarra del vietnamita Nguyên Lê; la voce africana di Badara Seck; il geniale contrabbasso di Ares Tavolazzi. Il 16 agosto grande finale con musicisti d’eccezione: Gino Paoli & Danilo Rea con il progetto “Due Come Noi Che”.
Si conferma anche quest’anno Soli Deo Gloria (23 giugno in Battistero) e non mancano gli eventi musicali di solidarietà promossi da associazioni di volontariato come Grade onlus che propone tre concerti (18 e 25 luglio e 1 agosto) e Millesoli onlus che organizza due appuntamenti (3 e 27 luglio).

tutti i fruttiOltre alla musica l’altro nucleo portante di Restate 2014 è la settima arte che torna ad arricchire le serate estive con numerose proiezioni nell’arena estiva Ex Stalloni, in piazza Prampolini e ai Musei Civici che ospitano la nuova edizione di “Cinema tra le rovine” in programma tutti i giovedì dal 26 giugno al 17 luglio. Nell’arena estiva fino al 4 settembre si svolge la rassegna del cinema all’aperto dedicata al meglio delle pellicole apparse nel corso dell’anno organizzata da Arci Nuova Associazione che – come ha sottolineato il suo presidente Daniele Catellani – si pone l’obiettivo di dare slancio al mercato cinematografico sempre attraversato da una profonda crisi. La proposta del cinema estivo, caratterizzata da un 75% di film d’essay, prevede anche cortometraggi d’autore.
Grazie ad Arci e a finanziamenti pubblici l’arena è potuta passare alla proiezione digitale dotandosi di nuovi strumenti. Oltre ad un nuovo sistema di amplificazione audio, il presidente dell’Arci ha evidenziato come Reggio Emilia sia la prima in Europa a utilizzare un proiettore laser che consente una migliore qualità visiva.
Nell’arena è in programma dal 20 al 27 giugno anche la ventiseiesima edizione di Accadde domani e sempre curato dall’Ufficio Cinema torna l’appuntamento del cinema in piazza quest’anno tra piazza Prampolini e l’arena ex Stalloni con il ciclo di film Tutti Frutti. Dal 15 luglio il cuore della città si trasforma in un grande cinema all’aperto dove è possibile vedere, gratuitamente cinque film di qualità adatti a tutte le età: 15 luglio Moonrise Kingdom – Una fuga d’amore, il 22 luglio Il lato positivo, il 29 luglio 500 giorni insieme; il 5 agosto I love Radio Rock, il 12 agosto Les Miserables. Due capolavori nella versione restaurata della Cineteca di Bologna, in v. o. con sottotitoli in italiano, invece vengono proiettati nell’arena Ex Stalloni il 19 agosto Chinatown di Roman Polansky e il 26 agosto Ninotchka di E. Lubitsch. “La scelta di proporre film restaurati sottolinea la familiarità che grazie alla programmazione del Rosebud la città ha e ha sempre avuto con la storia del cinema” ricorda Sandra Campanini.
Dopo Saga. Il canto dei canti, la rassegna Ora @ Labora, che tra le sue finalità si pone la valorizzazione dei Chiostri di San Pietro, prosegue con la grande danza. Dal 7 all’ 11 luglio la compagnia di casa nostra, l’Aterballetto – Fondazione nazionale della Danza presenta successi in repertorio e novità coreografiche. Il 7 luglio WAM e Cantata; coreografie di Mauro Bigonzetti. L’ 8 luglio i nuovi lavori dei giovani coreografi Valerio Longo, Hektor Budlla, Roberto Tedesco e Philippe Kratz, infine l’11 luglio l’acclamato Certe Notti, coreografie di Mauro Bigonzetti su musiche e canzoni di Luciano Ligabue.
La danza torna anche l’8 luglio in piazza Prampolini con l’Omaggio a Tchaikovsky (coreografie di Marinel Stefanescu) a cura di Associazione Balletto Classico.
TangoE non può mancare il tango: il Barrio de Tango è in Piazza Fontanesi, mentre Tango Loco è in piazza Martiri del 7 luglio.
Giorno dopo giorno Restate, fino a fine settembre, riconferma alcune rassegne consolidate e di successo come “Una notte al museo…tutta un’altra storia” una quarantina di appuntamenti ai Musei Civici fino a fine luglio che hanno come filo rosso le storie.
Uno dei luoghi principali dell’estate reggiana per i giovani è ancora una volta lo Spazio Gerra che a partire dal 27 giugno, per il quinto anno, presenta una selezione di progetti legati alla giovane creatività under 35, “una creatività che, sottolineava Lorenzo Immovilli, non è solo artistica ma anche capacità di tramutare nuove idee in lavoro”. Arte, musica, tecnologia, web sono gli ambiti principali in cui si muovono i progetti emiliano-romagnoli, per “fare della propria passione una professione”, selezionati e raccolti sotto la sigla di Creativity Circus. Creativity Circus è anche il titolo della mostra che inaugura il 27 giugno e mette in scena i progetti premiati dal bando GAER “Il prodotto della creatività”, oltre a una selezione di progetti reggiani. Intorno ad essa si animano performance che coinvolgono, oltre ad AntWork, le giovani produzioni in rete tra Modena, Reggio Emilia e Parma, anche altre realtà regionali come il GAER (Associazone Giovani Artisti dell’Emilia Romagna) e cittadine tra cui Officina Educativa e Urban Street Dance Factory.
Le proposte spaziano fino alla tre giorni di street art con contest e performance di freestyle, hip-hop e parkour in diverse sedi nella città.
Anche quest’anno il pubblico di bambini e giovanissimi ha ampia scelta. Il programma estivo di iniziative e letture all’aperto dedicate ai più piccoli sia nella Biblioteca Panizzi che nelle sue Biblioteche Decentrate comprende dal 7 giugno al 28 settembre, nei parchi della città, più di 50 appuntamenti (laboratori, letture e animazioni, attraversati dai racconti ad alta voce), nati dalla stretta collaborazione con NatiperLeggere e NatiperlaMusica. Ma non basta la Biblioteca Panizzi, come ogni estate, propone nel cortile la rassegna dedicata ai più piccoli Piccoli Incanti Notturni: cinque appuntamenti all’insegna delle storie e della musica nelle sere di luglio (1,8, 15, 17 e 22 luglio).
Sono quarantasette le iniziative promosse durante l’estate nell’ambito del Bando I reggiani per esempio, progetto del Comune di Reggio Emilia per sostenere e valorizzare le buone pratiche di cittadinanza attiva e responsabilità sociale. L’ Associazione Culturale 5T propone nei parchi, nelle piazze e nei cortili della città e non solo, dal 17 giugno al 31 agosto, dieci appuntamenti di teatro per bambini e ragazzi che spaziano dal teatro di figura al circo passando per la clownerie; un modo per creare nuovi presidi culturali secondo la definizione di Linda Eroli. Arci Reggio Emilia organizzaSummersoup, realizzato in collaborazione con Reggio Children, che accoglie anche il Festival sonoro della Letteratura in cui grandi nomi leggeranno le opere di altri. Inoltre fino al 3 agosto Etoile Centro Teatrale Europeo presenta Borgo delle Querce, un nuovo centro residenziale per le arti dello spettacolo a Reggio Emilia, sotto la direzione artistica di Daniele Franci. L’Associazione della C, nata per creare occasioni di incontro per i giovani reggiani e dare ai ragazzi degli atelier di Officina la possibilità di condividere con la città il lavoro svolto durante i mesi invernali, propone la rassegna Officina Estiva comprendente anche l’appuntamento allo Spazio Gerra del 28 giugno per Creativity Circus. La Fondazione Famiglia Sarzi, da sempre impegnata nella diffusione e tutela del patrimonio artistico familiare, anima Piazza Fontanesi tutti i giovedì di luglio (3-10-17-24 luglio) con Vivere la piazza: la casa dei burattini in piazza Fontanesi.
MusicPower – come ha spiegato il curatore Thomas Coccolini – porta proposte musicali diversificate nella Piazzetta degli Orti, il giardino retrostante lo Spazio Gerra (20/21 giugno e 11/18 luglio), e in Piazza Fontanesi (4/11/18/25 luglio) con Estate Gerra & Estate Gerra REplay.
L’associazione Moon poi in collaborazione con la cooperativa Macchine celibi organizza tre appuntamenti estivi (dedicati il 28 giugno al cinema, il 26 luglio alla natura, il 23 agosto alle culture degli altri mondi). Infine la compagnia Il Teatro del cigno il 29 luglio ai Musei propone una lettura interpretata di alcuni brani del capolavoro di Calvino Le città invisibili.

PicNic FestivalRestate non dimentica l’arte e la fotografia. Per gli amanti dell’illustrazione e del fumetto da non perdere domenica 22 giugno, al parco “Le caprette” di Via Monte Cisa, Picnic! Festival campestre di illustrazione e fumetto, giunto ormai alla settima edizione.
Gli appassionati di fotografia potranno visitare fino al 27 luglio alcune delle mostre più importanti di Fotografia Europea, mentre il Museo dei Cappuccini presenta dal 18 giugno al 23 luglio il progetto espositivo In viaggio con Francesco e Scarsellino.
Quest’anno si festeggia il trentesimo anniversario dello Stage internazionale della Commedia dell’arte promosso da Arscomica e dalla Fondazione I Teatri. Lo stage porta al teatro Cavallerizza dal 28 luglio e dal 21 agosto la grande tradizione italiana della Commedia dell’Arte con Canovacci aperti al pubblico e Grande canovaccio finale. Non mancano gli spettacoli della Compagnia degli In.Continenti Come quando fuori piove (31 luglio) e della compagnia degli Improbabili in Mimus Albus Comedy (7 agosto). Vita Morte e Resurrezione di Pulcinella è con Antonio Fava e Cecilia di Donato (14 agosto).
Torna infine la collaborazione storica con il Festival di Resistenza al Museo Cervi di Gattatico (Reggio Emilia), rassegna di Teatro Civile che dal 7 al 27 luglio, sviluppa temi propri di Casa Cervi coniugando l’idea di storia, memoria e teatro.

municipio.re.it