Crea sito

10.000 giovani con handicap assisteranno alla GMG di Madrid

Saranno accolti da volontari formati dalla Fondazione Alares MADRID,

martedì, 27 luglio 2010 (ZENIT.org).

La Giornata Mondiale della Gioventù (GMG) che si celebrerà nell’agosto 2011 a Madrid si prepara ad accogliere circa 10.000 portatori di handicap, provenienti da tutto il mondo. Per garantire loro la migliore accoglienza possibile, la Fondazione Alares aiuterà i volontari della GMG a formarsi per far fronte adeguatamente alle loro necessità. La Fondazione Alares ha firmato un accordo con la Giornata Mondiale della Gioventù e con la Fondazione Madrid Vivo – che collabora alla GMG – in cui si impegna a formare i volontari dell’evento nell’assistenza alle persone portatrici di handicap. In un comunicato stampa, Javier Benavente, presidente della Fondazione, ha sottolineato che l’accordo “è una sfida enorme di grande portata e responsabilità, una delle più importanti che ha ricevuto la Fondazione”. Uno degli ambiti di azione abituali dell’entità consiste nell’integrazione lavorativa di persone con handicap. La formazione verrà realizzata a vari livelli: sarà generale per tutti i volontari e specifica per quelli che assisteranno direttamente le persone portatrici di handicap e per i loro coordinatori. Un altro impegno raggiunto è il fatto che la Fondazione Alares risponderà durante la settimana della GMG alle telefonate che giungeranno 24 ore al giorno per risolvere i dubbi dei volontari e assistere i portatori di handicap. “Per i portatori di handicap è sempre più difficile viaggiare e spostarsi”, ha affermato Pedro Besari, direttore dell’Ufficio per il Volontariato della GMG. “Per questo è molto positivo essere ben preparati ad assisterli nel miglior modo possibile”. La GMG organizza e prepara l’accoglienza delle persone con handicap attraverso il Comitato per l’Handicap, in cui sono rappresentate le associazioni di portatori di handicap. L’organizzazione attende più di 10.000 portatori di handicap, in base alle preiscrizioni ricevute finora. Per loro, il Comitato per l’Handicap sta preparando la logistica: trasporti, alloggi adatti e spazi riservati durante i grandi atti della GMG.