Una notte con l’elemosiniere di Francesco. “Così restituiamo la dignità agli sfortunati”

Vatican Insider

(Domenico Agasso jr) Insieme al cardinale Krajewski preti, suore e volontari laici distribuiscono cibo ai poveri di Roma. Tra i senzatetto anche bambini e anziani. Davanti al torrione dello Ior, a pochi metri da Porta Sant’Anna, uno degli ingressi della Città del Vaticano, Daniele chiude il furgone. Nel bagagliaio ci sono scatolette di tonno, frutta, confezioni di latte, bottigliette d’acqua, shampoo, dentifrici. La squadra oggi è composta da tre suore, Alina, Anna e Davida; un sacerdote, don Francesco; e da Rudolph.

Be Sociable, Share!
Precedente Notizie sport del 1 Luglio 2019 Successivo 50 anni fa il primo Papa in Africa, s. Paolo VI. Le celebrazioni per il 50.mo del SECAM/SCEAM