“Morire di speranza”, veglia di Sant’Egidio per gli oltre 38mila migranti morti in mare

Vatican Insider

Appuntamento domani 20 giugno a Santa Maria in Trastevere, in occasione della Giornata mondiale del Rifugiato. La celebrazione presieduta dal cardinale Kevin Farrell. Nella Giornata Mondiale del Rifugiato, che ricorre domani 20 giugno, la Comunità di Sant’Egidio invita tutti a partecipare alla veglia “Morire di Speranza”, organizzata insieme alle altre associazioni impegnate nell’accoglienza e nell’integrazione delle persone fuggite da guerre o da situazioni insostenibili nei loro Paesi. A Roma, nella basilica di Santa Maria in Trastevere, ma anche in altre città italiane ed europee, verranno ricordate le oltre 38 mila persone morte, dal 1988 in poi, nel mare Mediterraneo o nelle altre rotte, via terra, dell’immigrazione verso l’Europa. 

Precedente La Messa del cardinale Parolin su un terreno confiscato alla 'ndrangheta Successivo MESSINA – Mons. Francesco Fasola, XXXI anniversario della morte. Solenne celebrazione in Cattedrale