Malaysia Gli indigeni della Malaysia protestano contro le conversioni forzate

Fides 

Le comunità indigene della Malaysia chiedono al governo di porre un freno alla pratica della conversione forzata all’Islam, mostrando un pieno rispetto per la cultura, la religione e le tradizioni dei loro popoli. E’ quanto apprende l’Agenzia Fides da fonti locali che raccontano la situazione degli “Orang Asli”, gli indigeni non malesi, originari della penisola malese, che oggi contestano presenza invasiva dell’islam che “diluisce il loro modo di vivere e la loro cultura”

Be Sociable, Share!
Precedente Card Sako: le tensioni fra Usa e Iran mettono a rischio la visita del Papa in Iraq Successivo Vaticano Dicastero per la comunicazione. Organigramma dopo le nomine di oggi