Lo sfruttamento in Senegal dei minori nelle scuole coraniche. La sorte dei bambini talibé

L’Osservatore Romano

(Elena Pelloni) Lo sfruttamento dei bambini talibé — giovani studenti delle scuole coraniche in Senegal — è al centro di un rapporto di Human Rights Watch, l’ong newyorkese che si occupa di questo particolare tema. Riguarda moltissimi bambini, tra i 3 e 15 anni, provenienti principalmente da villaggi delle zone rurali del Senegal, del Mali, del Gambia e della Guinea. Dalle ripetute indagini effettuate dall’organizzazione emergono dati sconcertanti: sarebbero infatti circa 100.000 i ragazzi costretti a vivere in situazioni di indigenza e pericolo, abbandonati dallo stato e sovente anche dalle loro famiglie.

Be Sociable, Share!
Precedente Usa: premio “Eroe contro la tratta di persone” a suor Gabriella Bottani Successivo Dieci consigli utili per vincere il caldo

Lascia un commento