La Giornata contro il lavoro minorile. Nel mondo sfruttati 152 milioni di bambini

L’Osservatore Romano

Se vivessero tutti in un unico paese costituirebbero il nono stato più popoloso al mondo, più del doppio dell’Italia, più grande anche della Russia: sono i 152 milioni di minori tra i 5 e i 17 anni, uno su 10 al mondo, vittime di sfruttamento lavorativo. Di questi, quasi la metà — 73 milioni — costretti a svolgere lavori duri e pericolosi, che ne mettono a grave rischio la salute e la sicurezza, con gravi ripercussioni anche dal punto di vista psicologico.

Precedente La missione ad gentes, necessaria alla Chiesa e al mondo Successivo Online il restyling del sito 'vaticanstate.va'