Elezioni europee. Poquillon (Comece): il cristianesimo non è una cultura, è una identità


SIR 

(M. Chiara Biagioni)Fr. Olivier Poquillon, segretario generale dei vescovi Ue: “Il Vangelo lo dice: l’albero si giudica dai suoi frutti. Il cristianesimo non è una cultura ma un’identità. Siamo quindi capaci di guardare all’Europa con lo sguardo di Cristo? Di agire come lui per i più deboli, di andare a toccare l’intoccabile, di dialogare con il nemico. Guardiamoci dai falsi profeti, da chi utilizza i simboli cristiani per dire il contrario di Cristo”

Precedente Bullismo in classe. Derisi e picchiati: presi di mira due ragazzi, a Torino e Pavia Successivo Secondo sciopero mondiale per il clima lanciato dal movimento #FridaysForFuture. Il futuro torna in piazza