Birmingham: Incontro dei Segretari Generali del Consiglio delle Conferenze Episcopali d’Europa (CCEE)


(a cura Redazione “Il sismografo”) 

(RC) Dal 1° al 4 luglio ha luogo al St Mary´s College di Oscott, a Birmingham (Regno Unito), l’annuale Incontro dei Segretari Generali del Consiglio delle Conferenze Episcopali d’Europa (CCEE). Anche se sono poche le informazioni disponibili sull’agenda dei lavori in corso, alcune fonti autorevoli assicurano che un tema importante di fondo è la questione dei flussi migratori che tocca tutte le Conferenze episcopali nazionali del Vecchio Continente. Un altro tema centrale è la situazione in Ucraina, la guerra silenziosa e le condizioni umanitarie di moltissimi ucraini. I partecipanti già nel primo giorno di lavoro hanno potuto ascoltare l’intervento del  rappresentante della Chiesa greco-cattolica ucraina,mons. Bogdan Dzyurah, Segretario generale dell’UGCC, intitolato “Essere Chiesa in tempo di guerra”. 
Sulla questione, delicata e dolorosa, i presenti hanno potuto valutare anche ciò che è migliorato o peggiorato in Ucraina dal giorno del loro precedente incontro (29 giugno al 2 luglio 2018, Cipro). 
Nell’incontro in corso inoltre, come sempre saranno discusse questioni riguardanti i meccanismi di comunicazione fra le Conferenze episcopali, i diversi prossimi appuntamenti di lavoro su temi sepecifici e le consultazioni immediate nei casi di crisi. 
Un tempo rilevante dell’incontro da ieri è dedicato anche alla preghiera e alla riflessione. 
CCEE. Il Consiglio delle Conferenze Episcopali d’Europa (CCEE) è composto da trentanove membri, di cui trentatré sono Conferenze Episcopali alle quali si aggiungono gli Arcivescovi del Lussemburgo, del Principato di Monaco, l’Arcivescovo maronita di Cipro e i Vescovi di Chişinău (Moldavia), dell’Eparchia di Mukachevo e dell’Amministrazione Apostolica dell’Estonia. Insieme, rappresentano la Chiesa Cattolica in ben quarantacinque Paesi del continente europeo.
La Presidenza del CCEE è composta  da un Presidente e da due Vicepresidenti eletti per un mandato rinnovabile di cinque anni. Il Segretariato è diretto da un Segretario Generale, nominato dall’Assemblea Plenaria del CCEE, per un mandato quinquennale rinnovabile, aiutato da un Vice Segretario Generale nominato dalla Presidenza. Il Segretariato ha sede a San Gallo (Svizzera).

Precedente FESTA DELLA MADONNA DEL CARMINE 2019 in S. Stefano Successivo Costa Rica: la Conferenza episcopale invita ad ascoltare le richieste popolari e a un dialogo concreto e costruttivo